Home RicetteSecondi Sushi crudista

Sushi crudista

di Eduardo Ferrante

In questa mia prima ricetta ho voluto creare una versione vegan crudista del Sushi, famoso piatto giapponese. Un piatto sano, digeribile e buono.

La preparazione è molto semplice anche se prevede vari passaggi. Il riso, ingrediente base nel sushi tradizionale, viene sostituito con un composto di cavolfiore e semi di lino.

Composto di cavolfiore e semi di lino per la preparazione del Sushi Crudista

I semi di lino, dall’alto contenuto di minerali, vanno ammollati in acqua per una notte, si crea così una gelatina molto interessante che va a legarsi con il cavolfiore.

Il prossimo passo è quello di tagliare a julienne tutte le verdure: carote, zucchina, peperone,  avocado e zenzero. Dopo di che si comincia nello stendere il composto di cavolfiore e semi di lino sull’alga nori.

Due mani stendono il composto di cavolfiore sull'alga nori

Avendo tutti gli ingredienti tagliati e pronti per essere usati tutto diventa più semplice; dopo aver steso il composto di cavolfiore si procede aggiungendo le verdure e i germogli al centro.

vari ingredienti sul banco da lavoro per la preparazione del Sushi Crudista

Il passo successivo consiste nell’arrotolamento, con l’aiuto della stuoia di bambù, si procede formando il primo rotolo di sushi.

Rotolo Sushi Crudista visto nella sua sezione, adagiato sulla stuoia per sushi
Infine, si taglia il rotolo a tocchetti e si dispongono sul piatto come più si preferisce, io ho creato delle composizioni a forma di fiore.

Sushi Crudista posizionato in modo da formare un fiore sul piatto
Il Sushi crudista è un ottimo piatto, bello da vedere e saporito. Sono sicuro vi piacerà.

Sushi crudista

In questa mia prima ricetta ho voluto creare una versione vegan crudista del Sushi, famoso piatto giapponese. Un piatto sano, digeribile e buono. La preparazione è molto semplice anche se prevede… Secondi Sushi crudista Giapponese Stampa
Porzioni: 4 Tempo di preparazione: Tempo di essiccazione / refrigerazione:
Nutrition facts: 200 calories 20 grams fat
Valuta 5.0/5
( 1 votato )

INGREDIENTI

  • 3 fogli di alga nori
  • 3 cucchiai di semi di lino
  • 1 cavolfiore piccolo
  • 4 pomodori secchi
  • 1/2 carota
  • 1/2 zucchina
  • 1/4 peperone
  • 1/2 avocado
  • germogli alfa-alfa (a piacere)
  • 1 pezzetto di zenzero

INDICAZIONI

  1. La sera prima della preparazione del sushi, mettere a bagno i semi di lino.
  2. L'indomani frullare il cavolfiore, che servirà come base, al posto del riso. Fare attenzione alla velocità, non deve diventare una crema ma deve rimanere un composto granuloso.
  3. Riportare il tutto in un recipiente, coprirlo e lasciarlo riposare in frigo.
  4. Con un cucchiaio versare i semi di lino precedentemente in ammollo, in un mortaio, schiacciarli energicamente sino a crearne una polpa gelatinosa che si andrà ad unire al cavolfiore.
  5. Mischiare bene sino a crearne un composto omogeneo e riporre nuovamente il contenitore in frigo.
  6. Lavare e tagliare tutti gli ortaggi a julienne.
  7. Tagliare l'avocado e lo zenzero a fettine sottili.
  8. Tagliare in due il foglio di alga nori, facendo attenzione al verso (il taglio dev'essere perpendicolare alle venature dell'alga) e stenderlo sulla stuoia in bambù per sushi.
  9. Versare un cucchiaio di cavolfiore e stendere per tutto il foglio, facendo attenzione a lasciare le due estremità senza polpa.
  10. Completare adagiando al centro le verdure precedentemente tagliate a julienne (non troppe per non aver problemi nella chiusura), alcuni pezzi di avocado, zenzero ed infine i germogli.
  11. A questo punto, grazie alla stuoia, arrotolare piano piano il foglio di alga su se stesso ed umidificata la parte finale, completare la chiusura.
  12. Infine per assicurarsi della completa riuscita, delicatamente premere il rotolo di bambù su se stesso creando il primo rotolo di sushi.
  13. Operazione da ripetere sino ad esaurimento ingredienti.
  14. A questo punto tagliare il rotolo a tocchetti di circa 4 cm e posizionarli su un piatto come si preferisce.

CIBO CRUDO CIBO CRUDO

You may also like

2 commenti

jOE 8 Novembre 2016 - 17:55

Ciao,
Mi diresti perchè la decisione di utilizzare I semi di lino? Qual’è la loro funzione per la consistenza?

Rispondi
Gabriele 10 Aprile 2017 - 09:48

Ciao jOE, non so nello specifico perché Eduardo abbia scelto i semi di lino, ma hanno la caratteristica di rilasciare una certa mucillagine quando bagnati e forse questo rende la consistenza che si stava cercando.

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza. Crediamo tu sia d'accordo, ma puoi sempre decidere il contrario se lo desideri. Accetto Leggi di più