Home BlogSalute Come l’alimentazione crudista mi ha cambiato la vita

Come l’alimentazione crudista mi ha cambiato la vita

di Jennyfer Leone
Jennyfer Leone vestita in canotta bianca, collana, fascia ai capelli e sfondo di foglie verdi

La mia storia

Oggi vi racconto di come l’alimentazione vegana ha cambiato la mia vita e quella dei miei familiari. Da bambina sono sempre stata super golosa, specialmente di cioccolata di ogni genere e cibo fast food. Mia madre, essendo cresciuta a Bruxelles, era abituata a questo stile di vita, e il tempo per cucinare mancava sempre dovendo lavorare tutto il giorno. Acquistava spesso cibo già pronto o surgelato. Penso molti di voi che state leggendo possiate capire la situazione, considerato che nei tempi moderni il tempo manca sempre e il lavoro prende il sopravvento sulla nostra vita.

Ho una sorella più piccola, che adesso ha 23 anni. Dopo che ebbe compiuto i 18 anni un ginecologo per le prescrisse la pillola anticoncezionale, dicendole che avrebbe risolto tutti i suoi problemi di ovaio policistico. Anche io ho assunto la pillola per problemi di ciclo mestruale troppo doloroso, ma decisi di sospenderla perchè prendevo peso senza sosta, il colesterolo aumentava e spesso mi veniva mal di testa. Mia sorella dopo circa 8 mesi di assunzione della pillola anticoncezionale si ritrovò su un letto di ospedale con una trombosi cerebrale e una soffusione emorragica. Facendo indagini genetiche si scoprì che era affetta da “trombofilia” e la pillola ne scatenò gli effetti. Fortunatamente con la terapia di anticoagulanti si sistemò tutto, ma avrebbe dovuto continuare a prenderli per tutta la vita.

Le prime informazioni

Dopo questo episodio mia madre iniziò a cercare cure alternative e fece ricerche sulla relazione che c’è tra malattie e alimentazione. Le si aprì un mondo. Una sera rientrai a casa e mi chiese di sedere accanto a lei. Mi fece vedere dei video dove mostravano come venivano uccisi gli animali e in cui spiegavano che non sono cibo, ma esseri viventi come noi. Poi mi mostrò un video dove la figlia del dottor Max Gerson spiegava come le persone guariscono da ogni genere di malattia adottando una dieta vegetale. Mi avevano diagnosticato un’ernia iatale con reflusso gastroesofageo e dovevo prendere antiacidi e gastroprotettori a vita. Visti quei video mi chiesi: perchè non provare?

Il cambiamento e i primi miglioramenti

Eliminai come primo alimento la carne e dopo alcuni mesi tutti i derivati e i benefici li sentii subito. Ma non durarono molto perchè mangiavo pochissima frutta. Continuavo a mangiare fritti, pane e pasta, e cibi confezionati. Mi addentrai sempre più nel mondo informativo di questa nuova dieta e iniziai a leggere molti libri: dal famosissimo “The China Study” a “Il sistema di guarigione della dieta senza muco di Arnold Ehret”. Scoprii che molti cibi che consideriamo salutari sono in realtà tossici e nocivi per il corpo umano.

Condivisi queste informazioni con la mia famiglia e così facendo anche i miei genitori, mia sorella e i miei nonni materni adottarono un’alimentazione a base vegetale. I benefici furono immensi. Mio padre, che da 20 anni ogni 6 mesi produceva calcoli renali, si ritrovò con reni sani e funzionanti. Mio nonno materno, affetto da epatite C, ha avuto un aumento importante di piastrine e miglioramenti generali di salute, diminuendo tutte le pillole che prendeva. Mia nonna ha visto miglioramenti nella disfunzione della tiroide. Mia sorella ora sta benissimo! Si tiene sempre sotto controllo, ma non è costretta a prendere anticoagulanti e ha delle analisi perfette!

La voglia di sentirsi bene

Nonostante tutti questi benefici in famiglia, sentivo personalmente che dovevo fare di più. Il mio corpo mi parlava e mi suggeriva un cambiamento più drastico. Provai quindi dei periodi di crudismo, ma duravano massimo 2 settimane. Dopodichè tornavo a mangiare peggio di prima. Ho avuto questa alternanza per 1 anno, fino a quando una sera di 4 mesi fa, dopo un abbondante piatto di patatine fritte e ketchup mi sono sentita talmente male che decisi di cambiare la mia vita. Ero stanca di non riuscire a prendere una decisione per la mia salute fisica e mentale. Dal giorno seguente iniziai a mangiare frutta e insalate, bere centrifugati e giorno dopo giorno mi sentivo meglio.

Quella sera di malessere mi ricorda ancora oggi che devo seguire la strada che ho intrapreso. Sto perdendo peso, mi sento più energica, sento il mio stomaco in salute e la digestione è molto migliorata. Soffrivo inoltre di allergia primaverile ed è migliorata moltissimo. Dopo 2 mesi di dieta crudista ho avvertito miglioramenti nel ciclo mestruale, che adesso è meno doloroso. Credo ogni esperienza che facciamo sia come un gioiello prezioso da portarci dietro: ci ricorda dove siamo e dove vogliamo arrivare. Il crudismo è diventato per me uno stile di vita, una vera e propria passione in cucina e tanto divertimento da condividere con chi mi sta attorno.

Condividiamo gioia, amore benessere e salute con il mondo intero.

Jennyfer Leone mostra una bowl piena di verdure crude

CIBO CRUDO CIBO CRUDO

You may also like

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza. Crediamo tu sia d'accordo, ma puoi sempre decidere il contrario se lo desideri. Accetto Leggi di più