Home BlogTurismo Berlino vegan crudista

Berlino vegan crudista

di Ricette Crudiste

Questo inverno siamo stati a Berlino per visitare la città e non poteva mancare la nostra curiosità nella cucina vegan crudista che la città poteva e può proporre. Se ancora non lo sapeste, la Germania è la nazione con il maggior incremento in tutto il condotto vegan: alimentazione, supermercati, negozi, locali, ecc.. Lo si nota bene provando a fare qualche ricerca online: molti locali, il supermercato Veganz e opzioni crudiste, tra le quali il chia pudding che, riuscendo a trovarlo facilmente ovunque, sembra proprio avere conquistato i Berlinesi. Berlino nel mese di Febbraio è piuttosto fredda, ventosa e piovosa. Ma non ci siamo fatti intimidire e abbiamo recensito alcuni locali e negozi.

Superfood

Abbiamo fatto colazione in questo locale per 3 giorni consecutivi. Lo abbiamo scoperto per caso, mentre cercavamo un altro locale. L’ambiente è un po’ freddino e il personale potrebbe probabilmente fare meglio, ma è comunque molto gentile. Il locale offre varie opzioni vegan crudiste, tra cui il chia pudding con tanti dressing diversi e alcuni tartufi crudisti.

Il chia pudding è fatto davvero molto bene (con latte di cocco ovviamente) e i dressing sono davvero gustosi. Si può scegliere la propria combinazione e porla sul bancone e il personale preparerà il tutto e lo servirà al tavolo in ciotole di ceramica (che andrebbero rinnovate).

Una mattina abbiamo assaggiato dei tartufi crudisti cioccolato e cocco: ottima consistenza e sapore. Superfoods serve anche smoothies ed estratti. I prezzi sono nella media per una capitale europea. Abbiamo trovato una certa tranquillità nell’orario mattutino e per questo abbiamo sempre scelto questo locale per la nostra colazione.

bancone del locale con un paio di ragazze al lavoroIl bancone di Superfoods & organic liquids

Un banco frigo con tanti prodotti espostiIl banco frigo con tante opzioni diverse

salottino con divani bianchiIl salottino nella sala interna

il locale nella sua lunghezza, con tavolini e sedieIl locale visto dalla sala interna

contenitori di plastica vari con pudding di chia, dressing e trufflesChia pudding e truffles

dressing di frutti rossi che viene versato su pudding di chiaPudding di chia con dressing ai frutti rossi in preparazione

dressing al mango mentre viene versato su pudding di chiaPudding di chia con dressing al mango in preparazione

2 ciotole con pudding di chia con dressing di colori giallo e rossoI 2 pudding di chia pronti per essere gustati

Un tartufo crudista morsicato tenuto tra 2 ditaTruffle cioccolato e cocco assaggiato

Rawtastic

Sicuramente il ristorante che più ci è piaciuto. Come si intuisce dal nome è un ristorante che propone solo crudo. Siamo stati un paio di volte e ci siamo mangiati le mani per non essere andati ad assaggiare le loro colazioni. Dal menù avevamo visto che propongono colazioni a base di rawtella e pane crudista: sarebbe stata sicuramente un’ottima esperienza.

Il locale ha un’atmosfera davvero piacevole: ha uno stile particolare, ma allo stesso tempo sembra di stare tra amici. Ci pare di avere capito che la chef è italiana e avremmo voluto conoscerla, ma a fine serata ci sembrava di disturbare troppo. Alcune sere propongono degli eventi con menù crudisti in salsa italiana: davvero un’ottima idea. Il personale è alla mano, ma comunque professionale, molto cordiale e sorridente.

Abbiamo assaggiato il tex-mex e il wallnut chili ed entrambi i piatti erano davvero buonissimi. Ma in particolare ci siamo innamorati del wallnut chili e per questo un paio di sere dopo siamo tornati per mangiarlo nuovamente. Uno era a base di pastinaca frullata, con delle noci e una crema di avocado; l’altro a base di verdure, funghi e avocado. Entrambi serviti con cracker crudisti, davvero ben fatti e gustosi.

Abbiamo poi assaggiato una cheesecake marmorizzata che ci ha lasciato un po’ dubbiosi. Sembrava al cacao con mirtilli secchi, ma i gusti non erano decisi. La base ottima, con mandorle e mirtilli. Purtroppo mancava di dolcezza e il burro di cacao utilizzato era talmente eccessivo che risaltava solo quello. Infine abbiamo trovato un nocciolo all’interno e a momenti non ci rompiamo un dente. Insomma un’esperienza che avremmo preferito non fare. Per fortuna ci siamo rifatti con dei cioccalatini crudisti davvero gustosi: estremamente dark come piacciono a noi. Buonissimi.

Nel complesso Rawtastic è un locale assolutamente da provare. Ci è piaciuta tanto l’atmosfera, il personale e le iniziative. Peccato per la cheesecake, ma confidiamo sia stata solo un’esperienza negativa univoca. Un errore può sempre capitare.

bancone del locale con una lavagna nera con alcuni eventi elencatiIl bancone all’entrata, con la lavagna degli eventi

Sala da pranzo con tavoli e sedie e un quadro di erba sul muroUna parte della sala da pranzo

Menù su tavolo di legno, illuminato da candelaIl menù del rawtastic a lume di candela

bowl con insalata, cracker, germogli su un tavolo illuminato da candelaIl tex mex con insalata, germogli e cracker crudisti

il wallnut chili, con avocado, salsa di anacardi e peperoncino piccanteil wallnut chili, con avocado, salsa di anacardi e peperoncino piccante

Una cheescake marmorizzata di colore bianco e marrone su un piatto piano di colore neroLa cheescake marmorizzata

Cioccolatini crudisti di forma piramidale e conicaI cioccolatini crudisti nel frigo del rawtastic

Un cioccolatino morsicato tenuto tra 2 ditaI cioccolatini dark del rawtastic

Brownies crudisti nel frigo del rawtastic. Aspetto cioccolatoso di colore bruno scuro e granella di pistacchi e bacche di goji come toppingI brownies del rawtastic. L’aspetto è davvero invitante

Panna cruda di colore bianco in piccola coppetta di vetro e topping di granellaLa panna cruda del rawtastic

Aggiornamento Gennaio 2020

Nel corso del 2019 Rawtastic ha purtroppo chiuso i locali

The Bowl

Questo ristorante è situato in un’area nettamente vegan. Nello stesso stabile ci sono infatti il veganz (la famosa catena tedesca di supermercati vegan), di cui parliamo di seguito; un negozio di scarpe vegan e una sorta di juice bar che propone varie soluzioni vegan e raw.

Nonostante il contesto idilliaco, The Bowl è stato una delusione. Il locale è molto carino e alla moda: l’atmosfera è ottima, i tavoli sono ampi e curati e c’è pure un’area salotto davvero ben fatta. Purtroppo le loro proposte crudiste non trovano il giusto equilibrio, sono mal presentate e il personale non ci è parso proprio all’altezza per un contesto di questo tipo.

Il menù è piuttosto confuso: alcune proposte raw in realtà non lo sono, mentre altre che lo sono non vengono presentate come tali. Abbiamo infatti ordinato un’insalata in bowl che ci è stata servita con dei ceci e dell’humus. Quando lo abbiamo fatto presente la cameriera ci ha detto che potevamo scartare ceci e humus e mangiare il resto. Davvero una pessima attenzione al cliente, soprattutto considerando che la bowl ordinata doveva essere raw. Abbiamo insistito per averla come ordinata e ci è tornata stranamente rivisitata: non c’erano più ceci e humus, ma anche altri ingredienti che invece potevano tranquillamente rimanere. Insomma un disastro come presentazione, come servizio e come risoluzione al problema. Ad ogni modo era buona, ma nulla che a casa non si possa fare, forse anche meglio. Abbiamo mangiato in alcuni ristoranti in cui alcune bowl presentano un’attenzione ai singoli ingredienti che è quasi maniacale: conditi separatamente e collegati tra loro con un logica eccellente. Qui sembrava invece tutto improvvisato.

Abbiamo assaggiato una guacamole con cracker molto buona ma, come dicevamo, in menù non era presentata tra i piatti crudisti. L’avocado impanato con semi è stata una proposta interessante, ma allo stesso tempo ci è sembrato un po’ dozzinale, quasi non si sapesse bene cosa fare e ci fosse il bisogno di incrementare i piatti crudisti (è comunque semplice: avocado impanato con semi).

Anche i dolci sono stati una parte piuttosto dubbia della cena. Abbiamo preso una cheescake del giorno, che doveva essere arancia e chia, ma non abbiamo sentito affatto questi due ingredienti. Si sentiva soltanto il burro di cocco (errore comune) e della cannella. Non abbiamo capito se è stato un errore della cucina o della cameriera. Ad ogni modo completamente bocciata: stomachevole e affatto saporita, senza considerare che non aveva niente a che vedere con quanto ordinato. Infine è stata servita davvero malamente: in una ciotola tondeggiante, che per nulla si adattava al dolce, che avrebbe dovuto essere servito in un piatto piano, permettendo così di mangiarlo più facilmente.

L’altro dolce era una mousse di cioccolato bianco. Molto buono, ma anche qui non c’è stat rispetto di quanto ordinato. Una mousse è una mousse, invece ci hanno presentato una cheescake, anche qui servita nella maniera più strana possibile: all’interno di un vasetto che la rendeva difficile da mangiare. Inoltre entrambi i dolci sono stati adornati di frutta che non si abbinava per nulla ai sapori del dolce stesso. Quasi pareva non sapessero come decorarla o fare un topping adatto.

Prezzo nella media, ma considerando il rapporto qualità prezzo decisamente alto. Pessima presentazione dei piatti, personale non all’altezza, errori grossolani, gestione del cliente non adatta al tipo di locale. Decisamente bocciato.

cucina del locale con mensole e ripiani di colore scuroLa cucina del locale

area salotto del locale, con divanetti di colore scuro, cuscini e fiori sui tavoliL’area salotto del The Bowl

Il menù del locale presentato su una tavoletta di legno con clipIl menù e il tavolo del The Bowl

una bowl con cetrioli, barbabietola, carote, fichi e cracker crudistiLa bowl crudista, presentata in primo luogo con ingredienti cotti e poi mal rimaneggiata

una bowl di colore bianco con guacamole e cracker di semiUna guacamole davvero ottima

bowl di colore bianco con avocado impanato da semi di sesamo normale e neroL’avocado “impanato”. Semplice ma buono

bowl bianca con cheescake crudista di colore beige e guarnizioni di fruttaCheescake di arancia e chia. Purtroppo non rispettava il gusto proposto

vasetto in vetro con mousse bianca e guarnizioni di fruttaMousse di cioccolato bianco

Aggiornamento Gennaio 2020

Nel corso del 2019 The Bowl ha purtroppo chiuso i locali

Veganz

Per chi non lo conoscesse è una catena di supermercati tutta tedesca e completamente vegan. Entrando qui dovrete preoccuparvi di guardare l’etichette solo per capire quale sia il cibo più sano, perché sicuramente è vegan! Abbiamo sognato una visita a questa catena per molto tempo, sicuri di trovare tanti prodotti crudisti. E così è stato. Ci sono cracker, semi, frutta secca, cioccolate di ogni tipo, tantissimi dolcetti e barrette. Una zona è dedicata al cibo sfuso, dove potete servirvi da soli e prendere fave di cacao, nibs di cacao, mandorle, nocciole e tanto altro.

Ma si trovano anche integratori, polveri, farine e persino qualche utensile. Insomma, una visita è d’obbligo. Nel mentre godetevi le foto che abbiamo scattato.

cartello con il logo del locale con colorazioni bianche, verdi e nereIl logo Veganz

corsie di supermercato con vari prodotti e personeL’interno del supermercato Veganz; come si può vedere è piuttosto grande

scaffale con prodotti vari in diverse confezioni di molti coloriBacche, semi, integratori e farine varie. C’è solo l’imbarazzo della scelta

scaffale con confezioni di cracker crudisti di diverso coloreLo scaffale con i cracker LifeFood, tra i nostri preferiti

tavolette di cioccolato in confezione nera con scritte oroLe cioccolate Pacari nelle loro confezioni dal sentore lussuoso

confezione di dolcetti di colore nero e rossoCocoa: bacche di goji ricoperte di cioccolato; ci siamo fatti tentare dallo zucchero di cocco e dall’offerta

confezioni di tavolette di cioccolato di colore bruno con strisce azzurre, rosa e gialleLe cioccolate Lovechock, tra le nostre preferite

confezioni verticali di dolci di colore azzurro, rosso e verdeI dolci Govinda: alcuni sono strepitosi

scaffale di negozio con confezioni di cioccolate di diverso colore e formatoTanti tipi di cioccolate e dolci crudisti

Altri locali

Berlino ci ha stupito per le tante proposte vegan crudiste. Ci sono sicuramente tanti altri locali che ci sono sfuggiti o che non siamo riusciti a recensire in soli 2 giorni. Uno di questi è il Daluma, proprio di fronte a Superfood. Da ciò che avevamo visto online avevamo grandi aspettative, ma entrando una mattina abbiamo trovato un locale vuoto e freddo e abbiamo preferito tornare da Superfood. Sarà per la prossima Daluma!

Siamo stati molto contenti di incontrare anche piccoli negozi (proprio di fianco a Superfood) che vendono prodotti naturali e hanno tante offerte vegan crudiste: tavolette di cioccolato, cracker, semi, frutta secca, barrette e altro. Davvero fantastico.

Poco dopo che siamo tornati abbiamo saputo che ha aperto Culinary Dots, una pasticceria vegan crudista che fa servizi di catering e persino torte di matrimonio. Non è fantastico?

Noi contiamo di tornare a Berlino, magari per un periodo più lungo, con obiettivo di visitare la Germania. Voi siete mai stati a Berlino? Avete provato qualcuno dei locali che abbiamo recensito? Ne conoscete altri?

CIBO CRUDO CIBO CRUDO

You may also like

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza. Crediamo tu sia d'accordo, ma puoi sempre decidere il contrario se lo desideri. Accetto Leggi di più